• Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Leggi
  • Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Leggi
News

Paternoster: "Imboccata la strada giusta. Contro Scafati sfida decisiva"

21 Dic

“Quella contro Scafati è una sfida decisiva. Vincere ci darebbe un’importante iniezione di fiducia”. Testa al campionato per la Viola Reggio Calabria, impegnata venerdì prossimo nell’importante gara esterna, sul parquet del PalaMangano.  

Il coach neroarancio Antonio Paternoster, in collegamento con la trasmissione di Radio Antenna Febea, ‘Break in Sport’, ha analizzato l’imminente gara di A2 contro la compagine campana, fanalino di coda del girone Ovest: “La classifica di Scafati non rispecchia la profondità e la forza del suo roster”, ha spiegato Paternoster. “Scafati - ha aggiunto - è una squadra con giocatore esperti, molto fisica. Non sarà semplice preparare questa sfida”.  

Capitolo mercato. L’allenatore della Viola è intervenuto anche sulle ultime novità, in entrata e in uscita, in casa neroarancio, operazioni attuate “in piena sintonia – ha evidenziato Paternoster – con il gm Gaetano Condello”. Il coach ha motivato così l’addio di Fallucca: “Matteo è stato sfortunato per l’infortunio patito nella fase di preparazione che ha condizionato il suo utilizzo e il suo inserimento. Dopo 13 partite – ha spiegato – ha espresso la volontà di cambiare aria e di andare a Chieti. Abbiamo condiviso questa scelta. Non sono mai felice quando un giocatore va via, ma può capitare che per svariati motivi un atleta non renda al massimo in un contesto. Ci siamo salutati con un abbraccio”.

Con Fallucca in uscita, la Viola ha messo a segno un doppio ingaggio, quello di Armin Mazic e Levan Babilodze: “Sono due giocatori che devono inserirsi. Mi danno la possibilità di allungare le rotazioni che erano risicate. Potremo schierare – ha continuato Paternoster – due giocatori in più, con caratteristiche diverse, e fare rifiatare gli esterni, ai quali avevo chiesto uno sforzo particolare”.

L’allenatore neroarancio ha espresso fiducia per il prosieguo del campionato: “Prima di Tortona eravamo a un bivio. Abbiamo imboccato la strada giusta. Adesso dobbiamo continuare a pedalare tanto, sapendo che la strada è in salita, e ad esprimere una qualità di gioco importante”.