• Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Leggi
  • Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Leggi
News

Condello: "Nove partite per la salvezza. Questa squadra è viva"

15 Feb

“Il nostro obiettivo è la salvezza. Dobbiamo evitare anche i play out, affrontando queste nove partita con un piglio diverso. E’ necessario vincere e per farlo servono solo il lavoro e la determinazione. I presupposti ci sono. Questa è una squadra viva”. Ne è certo il general manager della Viola, Gaetano Condello, intervenuto ai microfoni di ‘Tutti figli di Campanaro’ di Radio Touring 104. Il gm neroarancio ha risposto alle domande dei giornalisti Giovanni Mafrici, Francesco Creazzo, Giuseppe Pellicanò e Valerio Chiné, affrontando i temi relativi al mercato e analizzando questa fase delicata della squadra reggina.

“Sono concentrato in maniera particolare su questo momento che è particolarmente difficile. Se ne esce – ha spiegato Condello – solo attraverso il lavoro. Il mercato non è la soluzione. Ne ho parlato a lungo con il coach Paternoster. In queste nove partite che rimangono è essenziale cercare di lavorare sulla squadra”.

Nel corso dell’intervista, Condello ha allontanato l’ipotesi di un cambio sulla panchina neroarancio:“Quando si perdono sei partite, ci si pone anche il problema allenatore. Antonio – ha sottolineato il gm – è un grande persona che lavora tantissimo. Anche se ha incontrato diverse difficoltà, non me la sento di addebitare tutte le colpe al coach. E’ un momento delicato, dove c’è bisogno di compattezza”.

E’ ai titoli di coda, invece, l’esperienza di Ivica Radic alla Viola. Il centro croato, come affermato da Condello, è pronto ad approdare a Ferentino. In riva allo Stretto, compiendo il percorso inverso, dovrebbe arrivare Marcus Gilbert: “Dopo un’attenta analisi, sono andato incontro alle richieste del nostro allenatore, cercando di accontentarlo. Ivica ha avuto difficoltà ad approcciarsi con lo staff tecnico. Ho cercato di mediare tra le due parti, ma non siamo riusciti a risolvere queste problematiche. Nel mese di novembre – ha aggiunto il dirigente della Viola – Radic ha ricevuto, con beneficio anche per la nostra società, una grande offerta economica da parte di Cantù, altre due o tre ne ha ricevute nel mese di dicembre. In quei tre mesi Radic ha dimostrato di essere uno dei migliori di questa categoria, ma abbiamo cercato sempre di rifiutare ogni proposta. Qualcosa è cambiato nelle ultime tre settimane”.

Altra situazione quella determinatasi con Alex Legion, accasatosi alla Fortitudo Bologna: “In concomitanza c’era la pressione di Bologna su Legion. Abbiamo cercato di pareggiare l’offerta, raddoppiando il precedente contratto, ma alla fine Legion ha scelto una piazza in questo momento più appetibile per lui”.

E sul mancato tesseramento di Hawkins: “Gli è stato proposto di venire a fare 15 giorni di allenamento in prova a Reggio Calabria. Il ragazzo ha fatto solo cinque giorni di allenamento e non i quindici pattuiti. E’ andato negli Stati Uniti per prendere il visto, perché era convinto di poter tornare sul parquet di gioco in 10 giorni. Quando è tornato in Italia non ha seguito la pista tecnica e fisica, il programma che gli avevamo dato. Il rischio di tesserare Hawkins era estremamente alto. Pertanto, abbiamo deciso – ha spiegato ancora Condello – di annullare il contratto perché lo abbiamo ritenuto non idoneo all’attività fisica”.

Il gm è intervenuto anche sulla questione Spinelli, assicurando lo sblocco del mercato: “Abbiamo ricevuto un arbitrato da parte della Fip per un’ingiunzione di pagamento, che sarà liquidato in queste ore. Il mercato sarà sbloccato. Successivamente, bisognerà trovare una soluzione definita per il contratto in essere valido fino al 30 giugno”.

Durante la lunga intervista, il general manager ha raccontato le difficoltà emerse negli ultimi anni e i progetti per il futuro della Viola: “La Viola ha onorato almeno la quasi totalità dei debiti, grazie all’impegno di Muscolino e Monastero. E’ stata un’annata dura. Un’altra società di A2 con quell’indebitamento avrebbe mollato. Abbiamo comunque dei programmi interessanti: Monastero sta per chiudere con il main sponsor”.

In chiusura un appello ai supporter neroarancio: “Ai tifosi dico di tenere duro. Vogliamo salvare questa stagione dal punto di vista sportivo, guardando con ottimismo al futuro”.