• Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Leggi
  • Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Leggi
News

Bolignano: "Progetto a lungo termine, serve pazienza"

25 Nov

“Ci vuole più attenzione nella fase difensiva”. Questo uno degli aspetti che la squadra neroarancio dovrà curare a partire dai prossimi impegni, secondo Domenico Bolignano. 

Nell’intervista trasmessa durante la trasmissione ‘Tutti figli di Campanaro’ di Radio Touring 104, l'assistente del coach della Viola Reggio Calabria, Antonio Paternoster, partendo dalla trasferta negativa di Roma, ha analizzato alcuni aspetti tecnici visti in campo: “Non possiamo permetterci il lusso di finire i primi due quarti senza mai entrare in bonus, soprattutto in trasferta, perché ciò significa non aver messo abbastanza fisicità”, ha commentato Bolignano. “Ci è pesata la loro ottima percentuale al tiro in un momento in cui – ha proseguito – non riuscivamo a trovare il gioco dentro-fuori per liberare i tiratori, mettendo Radic nelle condizioni di fare canestro, e la classica verve realizzativa dei nostri esterni. Inoltre, se prendi 39 punti e vai sotto nei primi due quarti diventa poi difficile recuperare fuori casa”.

Nel corso dell’intervista, l’assistente di coach Paternoster ha espresso alcune considerazioni di carattere generale sul campionato di Legadue, evidenziando il progetto a lungo termine messo in piedi dalla Viola: “Decidendo di avere una progettualità, bisogna mettere in preventivo che ci possano essere dei problemi iniziali da affrontare. In un campionato dove, per il secondo anno consecutivo, su 32 squadre vi è solo una promozione, sarebbe inopportuno – ha spiegato Bolignano - rivoluzionare tutto continuamente. Pensare di vincere questo campionato è un terno al lotto, alla luce anche delle regole vigenti in A2 sul mercato. La nostra società ha investito su molti under e senior comunque abbastanza giovani che non hanno militato tanto in questa categoria, quindi qualche battuta d’arresto ci può stare. Lo stato attuale della pallacanestro – ha aggiunto – è questo: non c’è la pazienza di aspettare quello che avverrà domani”.