• Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Leggi
  • Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Leggi
News

Benedetto: "Guardiamo avanti. Felici per l'Under"

12 Nov

REGGIO CALABRIA - La Viola prova a dimenticare la delusione e le polemiche di domenica scorsa, tornando al consueto lavoro al centro sportivo. La sconfitta contro Ferrara è stato un boccone amaro da digerire ma i neroarancio guardano già al futuro e al prossimo incontro sul parquet, ancora inviolato, del Palaruggi di Imola. In settimana al Pianeta Viola si valuteranno le condizioni di Lupusor (problema ad un polpaccio) e Rezzano (lombosciatalgia). "Si fa una certa fatica – ammette il coach della Viola, Gianni Benedetto – a smaltire la rabbia dopo partite come quella di domenica scorsa. In particolare, ciò che lascia quanto meno perplessi, sono certe condotte arbitrali che in alcuni casi appaiono davvero incomprensibili. In ogni caso lo consideriamo un capitolo chiuso. Abbiamo il dovere di pensare al prosieguo del campionato e alle prossime sfide. Domenica a Imola ci aspetta una gara dura in cui non dovremo ripetere gli errori commessi contro Ferrara. Quando abbiamo la possibilità di chiudere una partita – evidenzia il tecnico neroarancio - dobbiamo farlo senza incappare in errori dettati dalla fretta o dalla voglia di giocare individualmente. Bisogna essere bravi a cogliere il momento di difficoltà dell’avversario, muovendoci in campo collettivamente e facendo sempre grande attenzione a non perdere palloni banali. Imola è una compagine costruita in modo simile a noi. Si tratta di una squadra in grado di abbinare la giusta dose di qualità e esperienza grazie ad atleti quali Prato e Bushati. Anche loro vengono da una partita nervosa – osserva Benedetto - giocata a Treviglio e quindi mi aspetto di trovare un gruppo agguerrito e desideroso di riscattarsi. Sono ancora imbattuti in casa e ciò significa che tra le mura amiche danno sempre tutto. Questo dato, peraltro, testimonia da un lato il grande equilibrio di questo torneo e, soprattutto, il peso dei nostri due successi in trasferta. Voglio fare i complimenti – conclude il coach della Viola – a Domenico Bolignano e a tutto il team dell’Under 19, per il primo storico successo nel torneo nazionale DNG. Un risultato che ci riempie d’orgoglio trasmettendo a tutto l’ambiente neroarancio nuovi stimoli e tanta carica positiva".

Mercoledì 12 novembre 2014