• Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Grande successo all'Open Day di Orange Academy

    Leggi
  • Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Al Pianeta Viola il progetto "Il gioco: spazio vitale per il bambino"

    Leggi
News

41° Sant'Ambrogio, Viola - Matera 75- 72 : La cronaca

23 Set

Ore 19.00 la Viola e Matera di coach Gianni Benedetto si incontrano per la prima volta quest'anno, lo scorso anno finì con una vittoria per parte con le squadre corsare sui rispettivi campi avversari. Le due squadre scendono in campo coi seguenti quintetti: Bell, Kirkland, Sorrentino, Azzaro, Ammannato per la Viola mentre i Lucani schierano Iannuzzi, Rezzano, Cantone, Jones e Austin. Assenze importanti nei due roster, Matera deve fare a meno di Vico mentre i nerarancio di Fabi. A margine due curiosità, Gianni benedetto è Reggino, Ciccio Ponticiello è un indimenticato ex coach Materano. La gara è la finalina 3° - 4° posto valida per il 41° Sant’ambrogio.

Palla a due, si comincia:

2° Quarto (20-18)

Al 9' Bell da post basso realizza il canestro del +4 portando il punteggio sul 22 al 18.

3° Quarto (41-27)

4° Quarto (57-42)

Viola Reggio Calabria: Bell 8, Azzaro 9, Caprari 5, Lupusor, Sabbatino 12, Viglianisi, Sorrentino 11, Naso n.e, Spera 4, Ammannato 12, Kirkland 14.

Matera: Iannuzzi 6, Rezzano 7, Maganza 10, Bolletta 4, Toscano n.e, Jones 17, Cantone 6, Castoro, Austin 20.

Le parole di coach Ponticiello:”ieri avevamo fatto qualcosa di positivo, oggi decisamente ci sono dei miglioramenti contro una squadra che ha un solo obiettivo: la gold. Non siamo soddisfatti per la vittoria, ma per la prestazione. Abbiamo giocato senza un signore che si chiama Fabi, abbiamo perso strada facendo il suo back up (Azzaro n.d.r.), è normale un po’ di debito di ossigeno e da quel debito è scaturito il calo dell’ultimo quarto. L’uscita di Azzaro ha dato via libera ad Austin che ha fatto il bel tempo. Il finale della partita ricalcherà quanto successo oggi, è la pallacanestro  moderna, ma difficilmente vedremo partite che andranno oltre gli scarti dei 10 punti, l’equilibrio la fa da padrone, è nella logica della silver quello che sarà un torneo fisicamente molto più impegnativo della vecchia DNA, Matera stasera  ha perso dopo aver fatto una gran partita ieri contro CDO, una volta si diceva calcio d’agosto, oggi si può dire basket di settembre. Sono meno adirato di ieri, oggi sono meno adirato, ma tutto serve, ho visto la crescita di Azzaro, uno dei migliori oggi, finalmente vedo il giocatore che abbiamo scelto, la squadra che voglio è una squadra che sfoderi prestazioni cruente sportivamente parlando.”

Lorenzo Mazzitelli